La quadratura Urano Saturno: la lotta fra il Nuovo ed il Vecchio.

L’astrologia possiede la capacità di non smettere mai di stupirci perché è in grado di indicare enormi sincronicità fra il Cielo e la Terra, fra posizioni planetarie ed eventi umani. Per questo motivo l’argomento che ci interessa analizzare oggi è la quadratura fra Saturno ed Urano, sicuramente l’aspetto astrologico di maggiore impatto e rilevanza sociale di questo nuovo anno da poco iniziato.

La quadratura che si formerà fra Saturno in Aquario e Urano nel segno del Toro è di tipo decrescente o calante (si forma dopo l’opposizione) e si svilupperà in diversi momenti e gradi proseguendo anche durante tutto il 2022. In particolare, nel corso di questo 2021, i momenti di maggiore tensione si vivranno intorno al 17 di febbraio, 14 di giugno e 24 di dicembre, quando l’aspetto che si formerà tra i due pianeti sarà partile (cioè esatto).

Per comprendere però questo nuovo periodo che ci accingiamo a vivere è necessario fare un passo indietro, in maniera da poter acquisire una maggiore prospettiva di tempo e quindi una visione più amplia.

2020: l’implosione del mondo conosciuto.

Il passato 2020 è stato caratterizzato da una fortissima energia legata all’Elemento Terra. In particolare il segno del Capricorno è stato attraversato da importanti cicli astrologici. Saturno e Plutone  si sono incontrati in congiunzione a gennaio, mentre Giove e Plutone nei mesi di aprile, giugno e novembre. A questi movimenti si è aggiunta anche la presenza di Marte che ha funzionato sostanzialmente da detonatore agli avvenimenti a cui tutti abbiamo assistito.

In astrologia l’Elemento Terra rappresenta il mondo materiale e concreto, la realtà che ci circonda, l’economia, il corpo (inteso anche come salute), i sensi fisici ed in generale tutti i processi di organizzazione e di strutturazione. L’enorme presenza e la particolare natura dei pianeti che hanno attraversato il segno del Capricorno hanno generato un processo di implosione della realtà da noi conosciuta, causando enorme dolore, morte, distruzione economica ma anche una crisi profonda. Ciò che è accaduto nel 2020 va sostanzialmente interpretato come la necessaria chiusura di un’epoca “vecchia” e obsoleta (Saturno come governatore del Capricorno rappresenta il tempo ed il passato).

2020 e la gran Mutazione come inizio di una nuova tappa.

A fine anno poi, più precisamente il 21 dicembre 2020, abbiamo assistito ad un eccezionale e per noi irripetibile avvenimento, la congiunzione di Giove e Saturno nel grado 0 dell’Aquario.

Dico irripetibile perché, nonostante il ciclo minore (l’incontro) avvenga ogni 20 anni, le congiunzioni di questi due pianeti si ripetono in segni dello stesso Elemento in un ciclo medio che dura all’incirca 240 anni. Quello a cui abbiamo presenziato indicava un cambio di triplicità, cioè di Elemento. Questo importante passaggio in astrologia si definisce come la “Gran Mutazione”.

In altre parole abbiamo concluso un periodo, avviatosi nel XIX secolo, in cui le congiunzioni fra Giove e Saturno si formavano in segni di Terra (Toro, Vergine, Capricorno) ed entriamo ora in un nuovo ciclo -che durerà anche questo oltre due secoli- in cui questri incontri avverranno invece in segni di Aria (Gemelli, Bilancia ed Aquario).

Sin dall’antichità l’incontro dei due Cronocratori (Signori del Tempo) era considerato un indicatore di importanti cambiamenti e veniva utilizzato per pronosticare nuove dinamiche culturali, religiose e politiche che avrebbero marcato indelebilmente la civilizzazione umana.

L’Elemento Aria è legato a concetti come mente, visione oggettiva, relazioni alla pari, libertà, reti, tecnologia. Possiamo pensare quindi ai prossimi due secoli come ad un periodo di grandi cambiamenti sociali, caratterizzati da strutture di tipo orizzontale più che gerarchico e dove la tecnologia prenderà il sopravvento (con i suoi pro ed i suoi contro naturalmente).

Analizzata la situazione d’insieme, torniamo ora ad interpretare il momento attuale.

Il 2021 ci porta verso un cambiamento: ma quale?

Con lo spostamento di energie nel segno d’Aria dell’Aquario noteremo molto probabilemente un cambiamento di velocità. Se Capricorno è lento perché molto cauto ed analitico, Aquario è nervoso, instabile e sempre in movimento.

Questo 2021 sarà sicuramente un anno diverso rispetto all’anno precedente e si caratterizzerà principalmente per l’incertezza e l’imprevedibillità delle situazioni, nonchè per una forte criticità generale dovuta appunto alla quadratura fra Saturno ed Urano.

Analizziamo allora quali sono i significati tradizionalmente associati ai due archetipi planetari per capire perchè, quando sono in aspetto disarmonico, possono creare delle tensioni.

“Giustifica i tuoi limiti e ti fermerai con loro”

Richard Bach

“La creatività richiede il coraggio di
sbarazzarsi delle proprie certezze”

Erich Fromm

Significati di Saturno e Urano.

Le parole chiave a cui possiamo associare Saturno sono: tempo, vecchio, limitazioni, passato, conservazione, regole, leggi, cautela, logica, metodo, paterno, costanza, senso del dovere, concentrazione, impegno.

Urano invece è legato a parole come: nuovo, illimitato, libertà, futuro, innovazione, imprevedibilità, decondizionamento, ribellione, rivoluzione, azione rapida, intuizione, tecnologia. Ma anche anarchia, radicalismo, esclusione ed incertezza.

Saturno ed Urano sono perciò due archetipi tanto opposti e differenti quanto in contrasto furono i due dèi nelle storie della mitologia greca.

Saturno e Urano: la lotta fra Vecchio e Nuovo.

A questo punto risulta chiaro che a livello astrologico possiamo paragonare i due pianeti come ai rappresentanti del “Vecchio” e del “Nuovo”.

Se Saturno cristallizza e solidifica ed è perciò legato al rispetto delle norme e delle tradizioni, Urano al contrario è il simbolo di tutto ciò che rompe gli schemi e  le consuetudini, è la forza che ci obbliga a capire che la nostra vita ed il mondo cambiano in continuazione.

Quando i due pianeti si incontrano o formano un aspetto importante, normalmente generano conflitto, tensione ed instabilità. Le necessità sociali e personali cambiano e ci troviamo in un clima di sfide continue in cui lo status quo appare come il nemico da combattere.

In questa situazione l’Ego -come espressione saturnina dell’essere umano- percepisce una sensazione di paura e di minaccia imminente, generando una resistenza ad ogni tipo di cambiamento.

Con Urano e Saturno in aspetto disarmonico è come se ci trovassimo nel mezzo di due fazioni contrapposte (sia a livello interno che esterno): da una parte i conservatori e dall’altra i rivoluzionari.

Se teniamo poi conto che in questo 2021 il Nodo Sud sta transitando nel segno del Sagittario, molto probabilmente ci sentiremo in dovere di prendere una determinata posizione nei conflitti in atto.

2021: un anno di passaggio e di adattamento.

In realtà, a mio parere, in questo particolare momento storico ci troviamo in un momento di passaggio. Esiste sì effettivamente, e tutti ne siamo testimoni,  una lotta fra due visioni completamente diverse, uno scontro fra passato e futuro. Però, se ampliamo il nostro raggio di visione, non possiamo pensare di chiudere un’epoca senza un necessario e probabilmente costoso periodo di adattamento, sia personale che sociale.

Nell’ambito dell’astrologia moderna gli aspetti duri come opposizione e quadrature sono sì considerati difficili, ma costituiscono comunque una sfida che contiene il seme dell’integrazione delle parti in causa.

È proprio questa allora la tematica principale della attuale quadratura fra Saturno ed Urano. Quanto siamo disposti ad abbandonare il passato e ad abbracciare creativamente il futuro che ancora non conosciamo.

Con il Nodo Nord in Gemelli poi (attivo fino a gennaio 2022), è altresì presente una chiaro invito evolutivo a non polarizzarci nelle nostre opinioni, qualsiasi esse siano. È il momento giusto per aprirci all’Altro, al nostro amico o vicino che la pensa in maniera completamente diversa da noi, e a metterci serenamente in posizione di ascolto.

Anche se Saturno ed Urano non fanno altro che riflettere le tensioni presenti nella società, nella politica, nei pensieri umani, non è proprio il momento di ripetere le lotte medievali a mo’ di guelfi e ghibellini.

Possiamo essere spettatori dei conflitti presenti nel mondo, ma per quanto possibile dovremmo evitare qualsiasi rischio di polarizzazione all’interno della società. Aquario è un segno estremamente intelligente, dotato di grande intuizione, e tutto ciò che fa possiede una componente collettiva, che va oltre l’interesse e la visione personale.

Solo un’energia aquariana di basso livello è inflessibile ed ostinata (segno fisso) perché convinta di possedere la ragione. Con Saturno in Aquario la lezione di questo particolare momento che stiamo vivendo è quella di costruire il futuro insieme agli altri.

Il ciclo di Saturno ed Urano.

Un ciclo planetario consiste nell’incontro ricorrente di due pianeti nel cielo. Le congiunzioni fra i due elementi si formano in base alla diversa velocità con cui questi si muovono lungo le rispettive orbite. La rivoluzione di Saturno dura all’incirca 29-30 anni, quella di Urano 84: il loro incontro periodico avviene perciò ogni 45 anni circa.

Questo ciclo viene generalmente messo in relazione con cambiamenti strutturali a livello sociale, con trasformazioni culturali, di modelli e riferimenti politici, rivoluzioni scientifiche e/o tecnologiche, grandi movimenti di migrazione, anarchia o movimenti di ribellione di massa.

Lo scontro fra Vecchio e Nuovo si traduce in marcate tensioni politiche, economiche e sociali. Iniziano e prendono forma le nuove tendenze che in qualche misura rivoluzionano il mondo. Instabilità e cambiamento sono i principali scenari associati all’incontro di Saturno con Urano.

Fasi e tematiche del ciclo.

I temi cruciali di ogni ciclo planetario si possono riscontrare nei momenti clou della sequenza (congiunzione, opposizione e quadrature). Non occupandomi nello specifico di astrologia mondana mi limito a far notare queste semplici sincronicità.

  • Ultima congiunzione di Saturno e Urano (1988-1989) a 29 gradi del segno del Sagittario.

Significato della fase: l’inizio del ciclo avviene in maniera improvvisa e cieca, prende avvio il tema principale. Non si sa (non si riconosce ancora) dove ci porterà.

Eventi associati: caduta del Muro di Berlino e disfacimento del sistema comunista dell’Europa orientale. Il sistema capitalista incomincia a dominare l’economia mondiale.

  • Quadratura crescente (1999-2000) con Saturno in Toro ed Urano in Aquario.

Significato della fase: prima crisi interna, si definiscono le forme.

Eventi associati: dipendenza dell’economia mondiale dal sistema finanziario e tecnologico, decisione di creare la moneta comune europea, l’“effetto 2000”.

  • Opposizione (fine 2008-2009) con Saturno in Vergine ed Urano in Pesci.

Significato della fase: presa di coscienza della metà del ciclo, manifestazione.

Eventi associati: crisi economica e finanziaria per lo scandalo Lehman Brothers, disoccupazione, salvataggio del sistema delle banche.

Saturno in Aquario in quadratura decrescente ad Urano in Toro.

Come dicevamo sin dall’inizio, ci troviamo ora nell’ultimo quarto del ciclo di Saturno e Urano. L’angolo di 90 gradi è naturalmente un aspetto disarmonico che crea tensione e conflitto tanto nella società come in noi stessi.

Il significato di una quadratura calante o decrescente è relazionato col vivere una ulteriore crisi però con una maggiore coscienza rispetto alla prima quadratura. È come se venisse richiesto un ultimo, grandissimo sforzo prima di chiudere l’esperienza ed iniziarne un’altra (la prossima congiunzione avverrà nel 2032). È tempo di concretizzare.

Le tematiche sono naturalmente legate agli archetipi planetari in questione ed al significato particolare che prende avvio con la congiunzione. In questo caso il ciclo sembrerebbe fare riferimento al sistema capitalistico occidentale ormai giunto ad un punto di cambiamento o di non ritorno.

Il mondo che conosciamo.

C’è anche da ricordare che nella Carta di fondazione degli Stati Uniti (4 luglio 1776) sia ormai giunto il momento del ritorno di Plutone, che ben sappiamo come sia associato a concetti come crisi, morte e trasformazione. Dall’altra parte invece, la congiunzione di Giove e Saturno del passato dicembre 2020 è avvenuta sopra la Luna Natale della Cina indicando in questo caso un processo di avvio.

Potremmo pensare allora ad una crisi del sistema economico attuale e allo spostamento del baricentro geo-politico-economico da Occidente ad Oriente da qui ai prossimi venti anni.

Per il prossimo biennio invece, è probabile che attraverseremo un periodo di caos ed instabilità. In particolare nel 2021 il presente sembra spezzarsi per aprire la porta al futuro. Un anno in cui le forme conosciute crollano, le regole vengono trasgredite e possono sorgere ribellioni, abusi ed eccessi (in entrambi i “fronti”). Dove le masse prendono coscienza di rete e faranno pressione sul sistema politico, perché sentiranno che sono necessari nuovi sistemi economici e sociali più rappresentativi e globali. Non sono da escludere, soprattutto quando si attiva Marte, anche movimenti tellurici di notevole intensità (la terra trema).

Saturno ed Urano a livello personale.

Passiamo infine a considerare l’ambito più intimo ed individuale di questa quadratura. Il nostro livello di adattamento e plasticità interna alla situazione presente sarà direttamente proporzionale a quanta predominanza saturnina o uraniana abbiamo nella nostra Carta Natale, in quale dei due archetipi ci identifichiamo maggiormente. In definitiva se siamo tendenzialmente legati al rispetto delle norme ereditate ed alle tradizioni o se invece siamo disposti al cambiamento e ai salti nel vuoto.

Sempre a livello personale potremo sentire maggiormente questa configurazione planetaria se nel nostro mandala di nascita Saturno e Urano si trovano in aspetto duro fra di loro, oppure se possiediamo pianeti personali fra il grado 1 e 15 dei segni fissi (Toro, Scorpione, Leone e Aquario). In particolare dovremo prestare attenzione se uno dei due pianeti in transito fa congiunzione ad un elemento importante della nostra Carta.

Conclusione.

In questo articolo abbiamo parlato di implosione, della fine di un ciclo di Terra e dell’inizio di un ciclo di Aria, di lotte fra vecchio e nuovo, di scenari instabili e caotici che creano insicurezze. È il nuovo, lo sconosciuto che avanza.

Evitiamo però di impaurirci o di bloccarci, gli aspetti del cielo cambiano e nulla è per sempre. Piuttosto approfittiamo di questo periodo per reinventarci a livello personale e sociale. Prendiamo il meglio di Urano e usiamolo per fare qualcosa di assolutamente nuovo e fino ad ora mai pensato nelle nostre vite. Evitiamo i pregiudizi e gli scontri diretti, collaboriamo insomma a costruire il futuro.

Cristina Pellicciotti è amica e collaboratrice del Blog di Astrologia Immaginale.
Autrice del blog Karma e Cura è appassionata di Astrologia umanistica, karmico/evolutiva e di Astrogenealogia.
Se vuoi puoi richiederle una lettura del tuo tema natale.
[email protected]

Lascia una replica

error: I diritti sui contenuti sono riservati agli autori e concessi in esclusiva ai proprietari del sito.