Ariete – Dicembre 2016


1a decade: 21 – 31 marzo

2a decade: 1 – 10 aprile

3a decade: 11 – 20 aprile

L’anno si concluderà un po’ in salita mettendo a dura prova la tua resistenza, caro Ariete. Questo non significa che mancheranno i sostegni: Saturno in trigono è un alleato prezioso che fa risaltare quanto sia importante fronteggiare le difficoltà al fine di rafforzare una delle doti che senti meno salde in te, ovvero la Pazienza, quella con la P maiuscola.

Per l’Ariete imparare a posticipare la soddisfazione, fosse anche quella data dalla risposta pronta, è un’impresa quasi epica: Saturno ti sfiderà proprio in questo senso. Mercurio retrogrado dal 19 dicembre ti metterà di fronte ad alcune questioni lavorative che è tempo che tu affronti. La Luna Piena del 14 dicembre anticiperà la retrogradazione di Mercurio e si formerà in sestile al tuo Sole di nascita, favorendo la comunicazione e dotandoti di capacità dialettiche aggiuntive per affrontare tutte le criticità.

Se sei nato nel corso della prima decade l’impegno sarà minore rispetto agli Ariete di aprile dato che i transiti più ostici toccheranno solo di striscio il tuo Sole. Venere sarà sicuramente il pianeta che sentirai di più, specialmente nel corso della seconda settimana: il suo sestile stimolerà la tua creatività e quindi il tuo bisogno di confrontarti con persone che senti affini. Venere è pur sempre il pianeta dell’amore: in questa seconda settimana ti sentirai più incline a corteggiare e a farti corteggiare, sia affettivamente che professionalmente. Sono favorite le attività di gruppo ed è proprio per questo che è consigliabile aspettare la seconda settimana anche per risolvere alcune criticità che vedrai nascere nel luogo di lavoro: il consiglio di qualche persona amica potrà farti vedere le cose sotto un altro punto di vista. Dal 3 al 10 dicembre Mercurio sarà in quadratura e stimolerà la tua vena polemica: non è una buona idea assecondare le fluttuazioni umorali a cui andrai incontro. Essendo Mercurio legato alla parola dovrai morderti la lingua e questo sarà sicuramente frustrante. Non disperarti per questo: non sarai privato della tua libertà, ma imparerai ad essere un po’ più strategico. L’occasione per valutare con attenzione cosa ti innervosisce dei rapporti lavorativi ti verrà fornita a fine mese, quando Mercurio retrogrado rallenterà il suo passo nel campo della realizzazione professionale. La chiusura dell’anno sarà un vero e proprio bilancio e, grazie alla profondità di pensiero, riuscirai a vedere alcuni lati del tuo carattere che ti tengono lontano dalla realizzazione dei maggiori obiettivi. Spesso gli ostacoli che trovi sulla tua strada non sono reali, ma sono delle scuse per prenderti una pausa che non sei in grado di concederti. 

Per te che sei nato nella seconda decade le cose sono leggermente più complicate dato che fino al 22 dovrai mettere d’accordo Saturno e Giove che spingono per alcune scelte importanti: lavoro e relazione saranno i temi caldi del tuo mese. Il lungo transito di Plutone in quadratura ti sta scuotendo fin dentro le ossa: questo è un pianeta che mette di fronte alla responsabilità delle scelte, specie se fatte sulla base di motivazioni non autentiche. E’ direttamente legato al mondo dell’inconscio e, transitando nel campo dell’autonomia e dell’emancipazione, smuove il disagio di fronte alla non realizzazione di questi temi. L’Ariete, come sai bene, ha bisogno di essere padrone della sua vita e Plutone, da alcuni anni, calca la mano proprio per farti capire dove non sei autonomo. Fino al 20 avrai il supporto di Saturno, il signore della concretezza, che ti aiuterà a far combaciare sogni e realtà, sebbene niente ti verrà regalato: dovrai impegnarti per dare una struttura alle iniziative in cui sei coinvolto. Saturno ha molto a che fare anche con il principio di resilienza, ovvero con la capacità della psiche di sopportare le frustrazioni. Dall’11 al 26 Mercurio sarà in quadratura e lo sarà per un periodo più lungo del solito a causa della retrogradazione che inizierà il 19 dicembre. Sarai meno reattivo del solito, ma questo non è per forza di cose uno svantaggio. Con Giove in opposizione fino al 20 ti dovrai guardare allo specchio in maniera lucida, trattenendoti dal reagire alle provocazioni che potresti veder arrivare dal partner: in realtà quello a cui reagisci è la tua vulnerabilità dovuta a ferite del passato. Approfitta del periodo natalizio per rafforzare le radici sane dei tuoi rapporti: solo in questo modo metterai al sicuro anche la tua relazione. Un cuore deluso tende a chiudersi su se stesso. Dal 17 al 25 avrai anche il sostegno di Venere in sestile che addolcirà le atmosfere e ti accompagnerà al Natale: sono favorite le feste e le mondanità e tutte le occasioni in cui far brillare la tua disponibilità emotiva.  

Per quanto riguarda la terza decade il mese sarà ambivalente e quasi spaccato a metà: i transiti più fastidiosi ti riguarderanno a partire dal 20, mentre la prima parte del mese, ad eccezione di alcune giornate nere, sarà sicuramente meno difficile. Venere sarà in quadratura per tutta la prima settimana e, attraverso sensazioni di solitudine e incompatibilità, ti farà vedere in quali contesti censuri la tua vena innovativa. Probabilmente, conoscendo la tua natura a volte aggressiva, tendi a soffocare anche le giuste reazioni: Urano nel segno sta parlando direttamente al tuo Sole e spinge per dei cambiamenti, soprattutto sul versante della personalità, che ti mettano nella condizione di cogliere il meglio dalle situazioni in cui ti imbatti. Urano stimola i cambiamenti repentini e questi riguardano soprattutto il mondo delle idee e delle credenze: alcune volte si pensa di non poter fare qualcosa o di non poter ottenere un risultato solo perché si hanno delle idee su di sé totalmente deformate. Grazie ad Urano potrai vedere in che modo ti limiti e liberarti dai pregiudizi. Marte, il tuo pianeta, sarà in sestile dal 7 al 19 e ti renderà molto intraprendente, regalandoti velocità nel valutare pro e contro delle problematiche che incontrerai. Cerca di non essere impaziente con le persone che incontrerai in questi giorni.

 

Lascia un commento